apertura partita iva

Apertura Partita Iva: I Passaggi Fondamentali

Quando si parla di apertura di una partita iva c’è sempre molta confusione. Abbiamo deciso di scrivere questo breve articolo per aiutare coloro che avrebbero intenzione di compiere questo importante passo, a trovare un minimo di chiarezza e di informazioni concrete su cui fare affidamento. È però doveroso sottolineare che i passaggi qui riportati fanno riferimento alla legislatura vigente al momento della stesura di questo articolo.

Uno dei punti su cui c’è più confusione è la presunta differenza fra partita iva per liberi professionisti e quella per le aziende. In fase di apertura della partita iva i passaggi per queste due tipologie sono esattamente i medesimi, le reali differenze sono relative solo alle limitazioni e i costi di gestione che però non affronteremo in queste righe. Passiamo dunque a qualcosa di più concreto: Cosa si deve fare per aprire una partita iva in Italia? I passaggi imprescindibili sono 5:

  • Compilare e consegnare all’Agenzia delle Entrate il modello AA9/12 in caso di persone fisiche o AA7/10 in caso di soggetti diversi. Consiste nella dichiarazione di inizio attività e va consegnata entro 30 giorni dall’inizio della propria attività professionale autonoma. I modelli andranno consegnati presso l’Agenzia delle Entrate con allegato un documento di riconoscimento valido.
  • Scegliere il codice ATECO relativo all’attività che si intende svolgere.
  • Aprire una posizione previdenziale all’INPS necessaria al pagamento dei contributi
  • INAIL assicurazione obbligatoria
  • Scegliere il regime fiscale.

I costi di apertura della partita iva sono totalmente gratuiti e le uniche spese da mettere in conto in questa fase sono quelle relative alle prestazioni del commercialista. I costi di gestione invece sono un argomento a sé stante che richiederebbe una digressione troppo articolata per i nostri scopi. Per ulteriori approfondimenti sull’argomento vi invitiamo a visitare il link riportato nei paragrafi precedenti in cui troverete anche un elenco completo delle spese in base alla tipologia di attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *